Все города > Trieste > L'utilità dell'inutile di Nuccio Ordine

L'utilità dell'inutile di Nuccio Ordine


19
27
мая
19:15

Roseto Parco Di San Giovanni
Venerdì 27 maggio alle 18.15, al Roseto del Parco di san Giovanni, nell'ambito della sesta edizione di "Rose, libri, musica, vino", verrà presentato il libro "L'utilità dell'inutile" di Nuccio Ordine, pubblicato da Bompiani. L'autore ne parlerà con Guido Abbattista, docente di storia moderna all'università di Trieste.

Il libro Non è vero – neanche in tempo di crisi – che è utile solo ciò che produce profitto. Esistono, nelle democrazie mercantili, saperi ritenuti "inutili" che invece si rivelano di una straordinaria utilità. In questo saggio Nuccio Ordine attira l'attenzione sull’utilità dell’inutile e sull’inutilità dell’utile. Attraverso le riflessioni di grandi filosofi (Platone, Aristotele, Zhuang-zi, Pico della Mirandola, Montaigne, Bruno, Campanella, Bacone, Kant, Tocqueville, Newman, Poincaré, Heidegger, Bataille) e di grandi scrittori (Ovidio, Dante, Petrarca, Boccaccio, Alberti, Ariosto, Moro, Shakespeare, Cervantes, Milton, Lessing, Leopardi, Hugo, Gautier, Dickens, Herzen, Baudelaire, Stevenson, Kakuzo Okakura, García Lorca, García Márquez, Ionesco, Calvino, Foster Wallace), Nuccio Ordine mostra come l’ossessione del possesso e il culto dell’utilità finiscano per inaridire lo spirito, mettendo in pericolo non solo le scuole e le università, l’arte e la creatività, ma anche alcuni valori fondamentali come la dignitas hominis, l’amore e la verità.

L'autore Nuccio ordine è professore ordinario di letteratura italiana nell’università della Calabria. Fellow dell’Harvard university center for italian Renaissance studies e della Alexander von Humboldt stiftung, è stato invitato in qualità di visiting professor in diversi istituti di ricerca e università negli Stati Uniti e in Europa. È membro d’onore dell’Istituto di filosofia dell’accademia russa delle scienze, in Francia il presidente della repubblica gli ha concesso la Légion d’Honneur. Il presidente della repubblica Giorgio Napolitano lo ha nominato nel 2010 commendatore dell’ordine al merito della repubblica italiana. Collabora al Corriere della Sera e a Sette.